Convento Cappuccini di Mirto

mirto
convento
nebrodi
sicilia

#1

Nel XIX secolo il desiderio di vita ascetica presente anche nella comunità di Mirto, si concretizzò nella costruzione del convento francescano dei cappuccini e l’edificazione di Chiese e cappelle votive.
Il monastero francescano più vicino era quello di S. Marco d’Alunzio, quindi la comunità di Mirto decise di costruire un convento dei Cappuccini per le vocazioni paesane, desiderio concretizzatosi grazie al benemerito religioso di Mirto padre Alfio Machì (provinciale dell’ordine), che, ascoltate le preghiere dei concittadini, si impegnò per la sua costruzione. Il 30 Maggio 1844 fu benedetta la Chiesa dei Cappuccini e i monaci si insediarono nel convento il 04 dicembre 1844.

Il convento francescano acquistò negli anni notevole importanza per merito dei colti frati; il dotto padre Antonino da Mirto (al secolo Ricevuto), fra gli altri meriti, ebbe quello di fondare la biblioteca di inestimabile valore, dotandola di libri rari e preziosi. Purtroppo l’incuria e il pubblico disinteresse determinarono la perdita di tale prezioso patrimonio, dopo la soppressione del convento cappuccino in base alla legge dello Stato del 1867.

Il convento, dopo un attento intervento di recupero strutturale e restauro, continua a testimoniare il passato che lo ha contraddistinto. Nella cripta, a fianco della chiesetta francescana posta su di un’altura all’ingresso del paese, si possono vedere le nicchie dei morti o “culaturi” nelle quali erano posti all’impiedi i corpi dei frati deceduti. I resti dei suddetti sono, ora, nell’ossario comune, all’interno del convento.

Altre informazioni:
Anno di realizzazione: 1844
Luogo: Mirto - Categoria Luogo di culto
Coordinates GPS : LAT 38.08432375529272 LNG 14.748626267181407