Romanticismo alle Gallerie d'Italia di Piazza della Scala a Milano

26-ottobre2018
17-marzo-2019
milano

#1

Romanticismo é la prima mostra mai realizzata sul contributo italiano al movimento che, preannunciato alla fine del Settecento, ha cambiato nel corso della prima metà dell’Ottocento la sensibilità e l’immaginario del mondo occidentale.

Dove:

Milano, Gallerie d’Italia

Quando:

dal 26 ottobre 2018 al 17 marzo 2019
Lunedì: chiuso; Martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica: 9.30-19-30; giovedì: 9.30-22.30

In particolare, Milano – che tra le grandi città d’Italia è quella che ha avuto in quegli anni la maggiore vocazione europea – è stata uno dei centri della civiltà romantica , sia per quanto riguarda le arti figurative che sul versante letterario e musicale. Pensiamo alle esposizioni d’arte, ai grandi collezionisti, alle imprese editoriali, ai teatri – tra cui La Scala– e a protagonisti come Foscolo, Manzoni, Rossini, Hayez e Verdi.

L’esposizione celebra l’identità e il valore del Romanticismo italiano , in rapporto a quanto si andava manifestando nel resto d’Europa – in particolare in Germania, nell’Impero austriaco, in Inghilterra e in Francia – tra il Congresso di Vienna e le rivoluzioni che nel 1848 sconvolsero il vecchio continente. Le opere esposte alle Gallerie d’Italia di Milano e al Museo Poldi Pezzoli documentano un periodo che va dai fermenti preromantici fino alle ultime espressioni di una cultura che, almeno nel nostro Paese, avrà termine con la realizzazione dell’Unità d’Italia e l’affermazione del Realismo, che del Romanticismo rappresenta l’antitesi.

Immagine dipinto di Francesco Hayez, un pittore italiano, passato dalla temperie neoclassica a quella romantica, Francesco Hayez è stato un artista innovatore e poliedrico, lasciando un segno indelebile nella storia dell’arte.